Retinopatia diabetica, la prevenzione è la miglior cosa

ISS - Istituto Superiore di Sanità 

Colpisce due diabetici su tre dopo 20 anni di malattia ed è, nel nostro Paese e nei Paesi industrializzati, la prima causa di cecità in età lavorativa. Si tratta della retinopatia diabetica, una delle complicanze di un diabete di lunga durata, ma soprattutto malcurato. Se ne è parlato al Senato della Repubblica, in occasione della presentazione della campagna informativa sulla retinopatia diabetica promossa dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-Iapb Italia onlus, in collaborazione con la Società italiana di medicina generale, l’Italian barometer diabetes observatory, Diabete Italia, l’Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla salute e il Censis.

Tuttavia, se è vero che la possibilità di essere colpiti da retinopatia diabetica è più elevata se si è ammalati di diabete da un tempo più lungo, è altrettanto vero questa complicanza è evitabile, o comunque ritardabile, con un buon controllo glicemico, con l’aderenza alla conseguente terapia, con una dieta corretta e un’attività fisica regolare e sottoponendosi a controlli oculistici periodici.

La campagna prevede:

  • un libretto informativo - "La retinopatia diabetica" è scaricabile gratuitamente dal sito www.iapb.it;
  • il numero verde 800-068506 (linea di consultazione oculistica gestita da Iabb, attiva dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13) a cui i cittadini possono rivolgere domande e chiedere informazioni; il forum "L’oculista risponde", è disponibile all’indirizzo www.iapb.it/forum;
  • materiali informativi saranno presenti negli studi dei medici di medicina generale.
    RIPRODUZIONE RISERVATA © salute33 - É VIETATA LA COPIA E LA RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI IN QUALSIASI FORMA