La cura della cute nel paziente oncologico.

di Cinzia Tafuto | Dottoressa in Cosmetologia e Podologia | Consigliere della Società di Medicina Estetica Palliativa (SMEP)
PUBBLICATO SULLA RIVISTA SALUTE33 NUMERO DI FEBBRAIO PAG. 5

Il paziente che si avvicina al mondo delle cure oncologiche oggi è molto spaventato: innanzitutto ha paura della morte, si trova davanti a un tunnel lungo e ricco di ostacoli: le cure, gli effetti collaterali delle cure, la burocrazia.

Tra le principali paure ed ansie che affligge tale paziente, sicuramente c’è quella del vedere il proprio corpo che cambia, soprattutto oggi che si vive in una società che punta tutto sull’immagine. Cosa fare quindi? Sicuramente puntare sulla prevenzione e poi sulla cura degli innumerevoli effetti collaterali, che la chemioterapia e la radioterapia manifestano sulla nostra cute.

Nella fase preventiva quindi consiglieremo al paziente di prediligere indumenti con fibre naturali ed evitare quelle sintetiche. Evitare di utilizzare scarpe o calze o calzini troppo stretti, per evitare un eccessivo attrito, preferendo calzini bianchi e di cotone. E’ sconsigliato effettuare manicure e pedicure da soli o affidandosi a personale non qualificato: ciò permetterebbe di evitare il taglio dell’unghia troppo corto e che possa quindi facilitare l’insorgenza.. LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO, ACQUISTA LA RIVISTA

acquista IL NUMERO DI FEBBRAIOjpg